<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1843732482513221&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Studi dimostrano che le particelle in sospensione nell’aria sono direttamente collegate ad un aumento dei ricoveri ospedalieri e delle patologie polmonari

I livelli di particelle dannose possono essere elevati negli ambienti interni in particolare quando sono alti quelli all’esterno. Ci sono filtri e purificatori di aria ambientale  che possono contribuire a ridurre i livelli di particelle negli ambienti interni. Le particelle in sospensione nell’aria, che sono il componente principale di nebbia, fumo e polvere volatile, compromettono fortemente la qualità dell’aria. L’inquinamento da particelle rappresenta una miscela di solidi microscopici e goccioline di liquidi sospese nell’aria. Questo inquinamento, noto anche come  particolato atmosferico, è costituito da numerosi componenti, tra cui acidi (come nitrati e solfati), sostanze chimiche organiche, metalli, particelle di terreno o di polvere ed allergeni (come frammenti di polline, di spore di muffe).

Le particelle di piccole dimensioni potenzialmente pericolose comprendono le “particelle fini”, che hanno un diametro di 2,5 micrometri o inferiore.

 

Le particelle piccole creano i problemi più grandi

La dimensione delle particelle è direttamente collegata al loro potenziale di causare problemi di salute. Le particelle piccole con diametro inferiore a 10 micrometri creano i problemi più grandi, poiché possono penetrare in profondità all’interno dei polmoni ed alcune possono perfino penetrare nella circolazione sanguigna. L’esposizione a queste particelle può compromettere i polmoni e il cuore. Le particelle di piccole dimensioni potenzialmente pericolose comprendono le “particelle fini” (come quelle presenti nel fumo e nella nebbia), che hanno un diametro di 2,5 micrometri o inferiore.

Le persone con malattie cardiache o polmonari, gli adulti più anziani e i bambini sono considerati soggetti a maggior rischio. L’esposizione alle particelle può implicare innumerevoli effetti sulla salute. Molti studi, ad esempio, collegano i livelli di particelle ad un aumento dei ricoveri ospedalieri e alle visite in pronto soccorso — e persino a morte da patologie cardiache o polmonari. Le esposizioni a particelle sia a lungo che a breve termine sono state collegate a problemi di salute.


L’esposizione a livelli elevati di particelle può essere associata anche a neonati con basso peso alla nascita.

 

Gli studi più recenti suggeriscono altri effetti gravi

Gli scienziati, inoltre, stanno valutando nuovi studi che suggeriscono che l’esposizione a livelli elevati di particelle può essere associata anche a bambini con basso peso alla nascita, parti pre-termine ed eventualmente a morti fetali e infantili.

 

Fonte: Particle Pollution and Your Health (EPA–United States Environmental Protection Agency)

 

Articoli Correlati

Scarica gratuitamente

Research Tests & Results of Genano air Decontamination Solutions